Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

Dopo aver atteso quasi un’eternità anche i possessori di Xbox One potranno, finalmente, provare la nuova mappa desertica Miramarin PlayerUnknown’s Battlegrounds.

Infatti, la PUBG Corp. ha annunciato che da oggi, la mappa Miramar, è disponibile per un breve periodo di prova, prima del suo debutto ufficiale nel mese di maggio.

Per poter utilizzare la nuova mappa i giocatori dovranno recarsi nel store di Microsoft, cercare, e poi scaricare il server-test denominato “PUBG Test Server“.

La mappa sarà accessibile ai giocatori in giorni e orari stabiliti, che trovate qui sotto:

  • 25, 26, 27 aprile: dalle ore 02.00 alle 08.00;
  • 28 e 29 aprile: dalle ore 20.00 alle 08.00.

Infine, Bluehole, ha precisato che i giocatori durante la prova potranno riferire al team di sviluppo, nella discussione dedicata sul proprio forum, eventuali feedback, bug o altro. Inoltre lo sviluppatore regalerà degli oggetti esclusivi a circa 150 giocatori che saranno scelti in base all’utilità, alla bravura e alla velocità nel riscontrare  e comunicare eventuali errori.

Fonte

 

 

 

 

L’articolo PUBG per Xbox One, la mappa Miramar è disponibile da oggi: ecco come provarla proviene da GameSource.

The Swords of Ditto è un RPG d’azione compatto in cui ogni eroe della leggenda ha la propria avventura speciale, nell’inarrestabile lotta contro la malvagia Mormo.

the swords of ditto

Il gioco propone 21 trofei: 4 di bronzo, 9 d’argento, 7 d’oro e il platino; per un totale di 1140 punti.

Trofei Bronzo

  • Visit Grave: Visit the grave of a failed hero.
  • Equip a Sticker: Equip a sticker.
  • Find A Toy: Find a Toy of Legend.
  • Open A Crate: Open a create.

Trofei Argento

  • Meet Serendipity: Meet Serendipity.
  • Sticker Swapper: Swap a sticker with a NPC.
  • Wind Back Time: Wind back time.
  • Equip A Limited Sticker: Equip a limited sticker.
  • Receive A Limited Edition Sticker: Receive a limited edition sticker from Ock.
  • Complete An Offering: Complete an offering.
  • Equip Twelve Stickers: Equip twelve limited sticker at the same time.
  • Defeat All Anchors in A Story: Defeat all anchors in a story.
  • Destroy An Anchor: Destroy one of Mormo’s Anchors.

Trofei Oro

  • Complete A Dojo: Complete a dojo.
  • Find All Story Tablets: Find all the story tablets.
  • Find All Toys: Find all Toys of Legend.
  • Defeat Mormo Without Destroying An Anchor: Defeat Mormo without destroying an anchor.
  • Fully Upgrade Your Bombs: Fully upgrade your bombs.
  • Break The Curse Of Ditto: Break the Curse of Ditto.
  • Defeat Mormo: Defeat Mormo once.

Trofei Platino

  • All The Trophies: Get all the trophies!

L’articolo The Swords of Ditto: lista dei trofei PlayStation 4 proviene da GameSource.

The Swords of Ditto è un RPG d’azione compatto in cui ogni eroe della leggenda ha la propria avventura speciale, nell’inarrestabile lotta contro la malvagia Mormo.

the swords of ditto

L’articolo The Swords of Ditto proviene da GameSource.

L’update 1.4.0 di Xenoblade Chronicles 2 sarà distribuito il 27 aprile e aggiungerà due nuove Rare Blade: questo è ciò che ha annunciato Nintendo. Sono stati rilasciati vari dettagli sull’update da Monolith Soft.

Per iniziare, una nuova Rare Blade sarà resa disponibile, ma unicamente a coloro che hanno acquistato il Xenoblade Chronicles 2 Expansion Pass. La Blade è stata ideata da Masarsugu Saito. Il nome della Blade sarà Poppi e si tratta di una Blade artificiale esclusiva per Tora. Poppi è ottenibile attraverso una quest e non attraverso la Blade resonance.

Xenoblade Chronicles 2

Una seconda Rare Blade è stata creata con la cooperazione di Bandai Namco Entertainment. Si chiamerà T-elos Re: e si tratta del personaggio regalo precedentemente menzionato in un’altra nota di produzione. Verrà donato ai giocatori che hanno completato il gioco almeno una volta.

T-elos Re: è apparsa come un personaggio nemico di KOS-MOS nella serie di Xenosaga. Questa Blade è stata ideata da CHOCO. Questa versione di T-elos Re: è leggermente più carina rispetto a quella che è apparsa nella storia principale di Xenosaga ma, secondo CHOCO, ciò su cui dovremmo focalizzarci è il visore. Può essere ottenuta attraverso la Blade resonance.

Xenoblade Chronicles 2 re-elos re blade

Ci sono poi altri aggiornamenti inclusi nella versione 1.4.0 dell’update di Xenoblade Chronicles 2:

  • Durante e dopo il tuo secondo playthrough, i Traveling Bards saranno in grado di scambiare EXP per le Poppi Parts.
  • Sono stati aggiunte nuove opzioni di ordinamento nel menù.

A partire da maggio, inoltre, il team prevede di aggiungere nuove quest così come nuovi Rare Blade, sfide di combattimento, una modalità di difficoltà “Extreme” e molto altro per tutti coloro che hanno acquisito l’Expansion Pass.

Vi ricordiamo che Xenoblade Chronicles 2 è disponibile ora per Nintendo Switch. Si tratta di un gioco di ruolo sviluppato da Monolith Soft. Quanti di voi ci stanno giocando e sono felici di tutte queste novità?

L’articolo Xenoblade Chronicles 2: update 1.4.0 e due Rare Blade proviene da GameSource.

Dopo una serie di indizi molto diretti rilasciati la scorsa settimana (se te li eri persi può recuperarli rapidamente a questo indirizzo) è ora confermato che Fortnite verrà lanciato in Cina presto: purtroppo non sappiamo ancora quando sia “presto”. Il publisher, come vi avevamo suggerito, sarà Tencent: la compagnia cinese che possiede una larga fetta di Epic Games. La compagnia investirà 15 milioni di dollari negli eSports sia in Cina che a livello internazionale.

Tutto era partito da un semplice tweet, che vi riportiamo nuovamente nel caso in cui ve lo siate perso. Come potete vedere, il passaporto riporta la data di ieri: in tarda serata infatti è avvenuta una conferenza.

In tale conferenza un portavoce di Tencent ha fatto l’annuncio. Secondo le sue parole, verranno offerti oggetti unici in-game a coloro che preordineranno il gioco. Inoltre, i giocatori cinesi con progressi su server esteri saranno in grado di trasferire i propri dati nelle nuove infrastrutture.

Nota di colore, Tencent attualmente possiede il 40% di Epic Games ma al tempo stesso è il publisher cinese della versione mobile di PUBG. Sebbene Fortnite abbia eclissato PUBG in occidente, non è accaduto lo stesso in Cina. Tencent, in una certa misura, sta per fare concorrenza a se stessa?

L’articolo Fortnite confermato in Cina: investimenti da 15 milioni proviene da GameSource.

Dopo un anno esatto dall’uscita di Cosmic Star Heroine su console e PC, finalmente anche la versione PlayStation Vita è in dirittura d’arrivo. La strada è stata lunga ma Zenboyd Games ha mantenuto la promessa nonostante la sfortunata portatile Sony sia ormai sulla via del tramonto.

Cosmic Star Heroine

Il titolo è disponibile da oggi nel PlayStation Store americano, 23 aprile 2018, mentre dovrebbe arrivare questa o la prossima settimana nel PlayStation Store europeo. Cosmic Star Heroine è un gioco di ruolo che si rifà a grandi classici del genere come Chrono Trigger, Suikoden e Final Fantasy ed è ambientato in un universo fantascientifico realizzato completamente in 2D.

L’articolo Cosmic Star Heroine arriva finalmente su PlayStation Vita proviene da GameSource.

Quantic Dream ha da poco annunciato sul PlayStation Blog che Detroit: Become Human ha raggiunto la fase gold master, status che indica che un titolo è tecnicamente completo (anche se comunque upgradabile in futuro) e pronto per la produzione e distribuzione in massa nei negozi. Il nuovo titolo di David Cage & Co. è quindi pronto ad arrivare sulle nostre PlayStation 4 per la data di uscita prevista, il prossimo 25 maggio.

Detroit Become Human gold
Detroit Become Human gold

Per festeggiare il risultato e scaldare gli animi dei fan in attesa, Quantic Dream ha annunciato che rilascerà una demo gratuita del titolo nella giornata di domani 24 aprile alle 18:01.

La demo sarà lo scenario Hostage, cioè la scena in cui Connor deve salvare la bambina dal rapitore androide sulla cima del palazzo; la demo è la stessa già mostrata in diverse fiere dedicate, ma da domani sarà disponibile per tutti.

L’articolo In arrivo una demo per Detroit: Become Human proviene da GameSource.

Cory Barlog, il director di God of War, è tornato a parlare della sua ultima fatica, più precisamente Cory avrebbe rilasciato alcuni consigli riguardo i combattimenti ai giocatori su come giocare al nuovo capitolo della saga, grazie a due video; il director ha spiegato molte volte che il nuovo titolo è dotato di un combat system abbastanza diverso da quello adottato dai suoi predecessori, obbligando i giocatori a stravolgere il loro stile di gioco.

God Of War Kratos smile

Nella clip che troverete di seguito, ci viene spiegato come è importante tenere a mente alcune nuove regole per i nostri scontri, e soprattutto di non sottovalutare la nuova arma di Kratos, l‘Ascia del Leviatano.

Nel secondo video, una clip dalla durata di ben 15 minuti, troviamo il lead systems designer Vincent Napoli e il senior technical designer Mihir Sheth che ci parlano sempre del sistema di combattimento, stavolta parlando delle tecniche di lotta più avanzate, necessarie se vogliamo proseguire senza troppe difficoltà.

Concludiamo ricordandovi che la nuova patch 1.12 di God of War è disponibile per il download, pdate che permette di modificare la grandezza dei testi visualizzabili all’interno del gioco.

L’articolo Cory Barlog consiglia come giocare al meglio a God of War proviene da GameSource.

Neptunia è probabilmente una delle più amate e rinomate saghe di  Compile Heart. Per questo motivo, oltre ai giochi della serie principale, le compagnie non son estranee alla pubblicazione di alcuni remake di titoli del passato, con cambiamenti al bilanciamento di gioco e grafica rivisitata. Megadimension Neptunia VIIR fa parte di questi remake, essendo una ripubblicazione migliorata del primo titolo della serie ad esser uscito su PlayStation 4.

Andiamo ad analizzare questa nuova edizione del titolo, tuffandoci in una Gamindustri familiare, ma visivamente un po’ diversa.

Megadimension Neptunia VIIR

Tre parodie per un solo titolo

Per quanto riguarda il contenuto del gioco, VIIR non aggiunge molto all’originale Megadimension Neptunia VII (da leggersi come Victory 2). La storia rimane quasi invariata, con solo qualche piccola modifica alle dinamiche dei finali multipli. Si ritorna quindi a Gamindustri, nel periodo di cambio generazionale, per vivere tre avventure collegate da alcuni elementi che porteranno al “Trilogy Finale”. Compile Heart ha diviso la campagna in tre sotto-storie: Zero Dimension Neptunia Z, Hyperdimension Neptunia G e Heart Dimension Neptunia H.

Questa divisione è da intendersi come una pura separazione dei tre nuclei narrativi principali, che convergeranno nel finale. Sul piano narrativo, parliamo di un gioco che non punta sullo stupire con colpi di scena o eventi complessi. La storia è molto semplice in superficie, ma il titolo vuole tenere alto l’interesse tramite la parodia, con frecciatine e citazioni riguardanti l’industria dei videogiochi. Le situazioni parodistiche e i dialoghi tra le protagoniste sono ciò che tiene alta l’attenzione nel corso dell’avventura, quindi è consigliato avvicinarsi a questo titolo nel caso in cui si conosca e ami l’industria videoludica, così da poter apprezzare al meglio le scene comiche che, pur con qualche gag evitabile, riescono alle volte ad essere geniali.

Megadimension Neptunia VIIR

La narrazione avviene solo tramite dialoghi, interamente doppiati, in stile visual novel; quindi con gli artwork dei personaggi che parleranno tramite un text box nella parte inferiore dello schermo. Sebbene Megadimension Neptunia VIIR offra anche un buon gameplay, sconsigliamo di approcciarlo nel caso in cui non si apprezzino i personaggi del brand o gli stereotipi anime, dato che senza un’affezione verso Neptune e compagne il gioco perde la sua principale forza narrativa.

Un JRPG oltre la commedia

Una buona commedia può tenersi in piedi grazie alla propria simpatia, ma questo non vale in un videogioco dalla durata di almeno una trentina d’ore. Megadimension Neptunia VIIR non si fa mancare un buon gameplay da JRPG. Anche non distaccandosi molto da altri titoli della saga, in particolare dalla trilogia di remake per PS Vita, il titolo risulta divertente, sebbene ci siano alcuni elementi che lo limitano.

Pur avendo un buon sistema di combattimento e un ampio roster di personaggi, ognuno con i propri pro e contro, Neptunia VIIR ha due problematiche che ne minano la qualità. La prima consiste in un inizio estremamente lento: nonostante molte meccaniche vengano presentate sin dalle prime battute, la maggior parte di queste diventerà utile solo dalle battute finali della seconda storia, se non addirittura nel post game. A questo si lega il secondo problema, complementare al primo, cioè un’eccessiva facilità, specie per quanto riguarda gli scontri relativi alla campagna principale. Megadimension Neptunia VIIR si caratterizza per una crescita costante nel gameplay, ma essa è di una lentezza tale che per incontrare qualche scontro interessante bisognerà arrivare ben oltre la metà del gioco. Rimedia parzialmente a queste problematiche un ricco e interessante endgame: colosseo, cacce e superboss sapranno dare ai fan dei JRPG del puro divertimento, sfruttando al meglio il gameplay.

Megadimension Neptunia VIIR

Parlando del gameplay in sé, però, c’è un’altra nota dolente da sottolineare. Sebbene le meccaniche siano rimaste molto simili all’originale VII, un cambio di menù e HUD ha peggiorato leggermente la situazione: le combo sono ora più macchinose da avviare e l’HUD di battaglia risulta molto invadente e abbastanza pasticciato.

Una Gameindustri più bella… ma non di troppo

Se il VIIR ha portato qualche leggero fastidio nelle sezioni di battaglia, dall’altro lato della medaglia troviamo un comparto grafico migliorato, sebbene non ci sia una differenza abissale tra i due titoli: si parla giusto di un’illuminazione migliore e di modelli dei personaggi migliorati. Inoltre è ora possibile correre all’interno dei dungeon, cosa estremamente ben accetta dato che aiuta molto l’esplorazione e la ricerca delle taglie. I dungeon, però, per quanto divertenti da esplorare, tendono ad essere spesso composti da asset riutilizzati. Un vero peccato, considerando che l’esplorazione è sia divertente sia remunerativa.

Megadimension Neptunia VIIR

Per quanto riguarda il resto, i pregi e difetti tecnici del titolo rimangono pressoché invariati. La colonna sonora, pur con qualche aggiunta, rimane abbastanza anonima, sebbene mai fastidiosa. Il doppiaggio risulta molto più gradevole in giapponese rispetto alla controparte inglese, spesso non in grado di comunicare le battute con il giusto pathos.

Neptunia going VI_TU_AR

Come intuibile, la R posta a fine titolo indica la presenza di contenuti per VR, oltre a essere un gioco di parole basato sulla pronuncia giapponese. Si tratta in parte di scenette opzionali, selezionabili da un nuovo menù principale, e in altra parte di scene obbligatorie, che arriveranno negli intermezzi di trama. È possibile vedere gli eventi VR anche senza possedere un visore, anzi, si è obbligati a farlo in alcuni casi, in quanto tutte le scene d’intermezzo sono obbligatorie e non skippabili. L’interazione in questi frangenti è limitatissima: si parla di muovere la testa, o la visuale, per rispondere “si” o “no” alla protagonista di turno che si intrufolerà nella stanza del giocatore. Pur nelle loro limitatezza, gli eventi VR sono simpatici e permettono di avere qualche dialogo aggiuntivo con le CPU, che non fanno mai male.

Megadimension Neptunia VIIR

Megadimension Neptunia VIIR è un titolo che consigliamo, ma con riserva: per chi ami i JRPG o i giochi in stile anime è sicuramente più che valido, ma non è esente da difetti, causati perlopiù da una bassa difficoltà e da un’evoluzione molto lenta del gameplay. Armandosi di pazienza e con il giusto amore per l’industria videoludica, però, è possibile trovare tanto da amare in Megadimension Neptunia VIIR. Tutto sommato, questa versione risulta leggermente superiore alla precedente, ma il bilancio finale è molto simile.

L’articolo Megadimension Neptunia VIIR- Recensione proviene da GameSource.

Capcom ha recentemente annunciato la data in cui sarà possibile intraprendere la quest in Monster Hunter World che ci metterà nei panni di Sakura Kasugano, la giovane combattente proveniente direttamente dall’universo di Street Fighter.

Nella lista degli eventi del gioco infatti leggiamo che le tre quest “L’Imperatrice dei Ciliegi” saranno disponibili dal prossimo 4 maggio per tutti i giocatori almeno di Livello 12. Portandole a termine potremo acquistare l’armatura Sakura α che permetterà di cambiare il nostro aspetto con quello dell’energetica studentessa giapponese.

Sakura Monster Hunter World
Sakura Monster Hunter World
Sakura Monster Hunter World
Sakura Monster Hunter World

L’articolo Sakura di Street Fighter in arrivo su Monster Hunter World proviene da GameSource.

Flag Counter
Video Games