Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Il mondo di The Legend Of Zelda è sicuramente molto caro a tanti videogiocatori: le grandi piane di Hyrule ci hanno accompagnato tante ore e diversi anni, regalando esperienze uniche e talvolta emozionanti. Koei Tecmo quindi si è ritrovata con un bel peso sulle spalle quando ha annunciato Hyrule Warriors. Dopotutto si tratta del primo grande spin-off della saga, e deludere i fan è molto semplice. Il risultato su Wii U fu soddisfacente, sebbene Hyrule Warriors non fu lodato a capolavoro, il titolo venne recepito con una buona positività, tanto che Koei Tecmo ha deciso di portare il titolo sia su 3DS che su Switch.

Come ennesimo gioco Wii U a ricevere una “definitive edition” su Switch, sarà Hyrule Warriors Definitive Edition un titolo valido per l’acquisto a prezzo pieno?

Hyrule Warriors: Definitive Edition

A Dynasty Zelda Game

Koei Tecmo è esperta nello sviluppo dei musou, avendo testato per anni il gameplay del genere tramite i Dynasty Warriors. Difatti questo Hyrule Warriors altro non è che un reskin del popolare brand della casa sviluppatrice, con qualche piccola meccanica citazionistica, ma niente di più. Ci saranno quindi i classici difetti del genere: sistema di battaglia poco tecnico e ripetitività delle mansioni da svolgere. Detto questo, Hyrule Warriors è un ottimo musou, che riesce perfettamente a portar con sé tutti i punti di forza del genere, mettendo anche qualche piccola pezza sui difetti. I tanti personaggi utilizzabili alleggeriscono molto il gameplay, facendo sì che stanchi molto meno.

Questo anche perché, in diverse modalità, sarà possibile utilizzare dai 2 ai 4 personaggi, cambiandoli al momento più opportuno. La meccanica dei molteplici personaggi in campo dona anche un pizzico di strategia al gioco. Sarà possibile dar degli ordini ai personaggi che non si stanno controllando, in modo da distribuire al meglio le forze e ottimizzare il tempo a disposizione. Se questa meccanica in modalità facile o normale sembra superflua, in difficile ed eroe diventa fondamentale.

Dopotutto nel corso di un livello è possibile che i nemici inizino delle controffensive, facciano partire delle bombe, dei messaggeri o altro. Son presenti anche situazioni in cui ci saranno più di due schieramenti in battaglia, quindi diventa vitale gestire le forze per tenere sotto controllo la situazione. Il titolo prova ad acquisire un po’ di varietà anche tramite l’utilizzo degli oggetti classici della saga di Zelda, come bombe, arco o rampino. Purtroppo questi oggetti vengono utilizzati solo come vie per battere specifici boss, perdendo gran parte della loro utilità al di fuori di alcune specifiche battaglie.

Hyrule Warriors: Definitive Edition

Una marea di contenuti

Come già accennato, Hyrule Warriors: Definitive Edition offre tantissimi personaggi giocabili, ognuno con il proprio move set. Koei Tecmo è riuscita a dare una discreta varietà alle mosse di ogni personaggio, cosa notevole considerando la presenza di figure con armi molto simili tra loro, come ad esempio Toon Link e Kid Link. Il sistema degli armamenti è ben pensato, con molteplici armi disponibile per ogni possibile personaggio selezionabile. Pecca invece la personalizzazione delle abilità, molto lineare , abbastanza banale e piuttosto farmosa.

Ma i contenuti di Hyrule Warriors: Definitive Edition non si limitano ai personaggi; son presenti infatti ben 4 modalità, ognuna con qualche peculiarità unica. Le ore di gioco offerte sono veramente tante, la sola modalità Leggenda non offre un longevità eccessiva, ma le modalità avventura e sfida riusciranno a prendere tante ore. Non si tratta però di contenuto scarno, tutte le modalità del gioco sono di qualità e offrono ricompense interessanti se finite. Grazie alla presenza di tutti i DLC dell’originale Hyrule Warriors la modalità avventura è particolarmente ricca e interessante. La sfida che offre può interessare non solo i fan di Zelda, ma soprattutto gli amanti del genere Musou.

Hyrule Warriors: Definitive Edition

Genere diverso, ma atmosfera simile

Una cosa molto importante negli spin-off è un’atmosfera reminiscente del gioco originale. Senza questo dettaglio il gioco potrebbe esser visto come una semplice “commercialata”, un vendere il prodotto grazie a un nome con cui non ha niente a che fare. Fortunatamente Hyrule Warriors: Definitive Edition non è così, le ambientazioni, i personaggi e molti elementi della saga Nintendo sono stati rivisitati con buoni risultati. Sebbene la trama non brilli per originalità, i vari personaggi che la animano sono riconoscibili non solo nell’aspetto ma anche nel comportamento.

Ciò che però eleva questo gioco sul lato artistico è la colonna sonora. Non solo son presenti le ottime tracce di alcuni dei giochi originali, ma anche i remix a tema rock originali di Hyrule Warriors riescono a catturare l’atmosfera di Hyrule e dei suoi luoghi chiave. Rispetto alla versione Wii U abbiamo riscontrato meno cali di framerate. Gli unici casi di cali notevoli son capitati durante alcune cutscene, giocate in modalità portatile. La cosa è strana considerando come nel gameplay questi eventi siano stati presso che inesistenti.

Hyrule Warriors: Definitive Edition


Hyrule Warriors: Definitive edition conferma ciò che di buono si era visto nella versione Wii U. I DLC impreziosiscono molto il gioco grazie ad una modalità avventura più completa e dei personaggi aggiuntivi interessanti e ben realizzati. Purtroppo rimangono alcune limitazioni, dovute anche al genere d’appartenenza, come lo scarso utilizzo di oggetti ed alcune sezioni troppo ridondanti. Nonostante ciò, i fan dei musou troveranno pane per i loro denti e per i fan di Zelda rimane comunque un gioco consigliato, con tanto contenuto e qualche bella chicca.

L’articolo Hyrule Warriors: Definitive Edition – Recensione proviene da GameSource.

Flag Counter
Video Games