Newsletter

Video News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Palermo, 9 mag. – Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano e il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Tullio Del Sette, sono stati oggi in via Bernini, a Palermo, per l’inaugurazione della nuova caserma dell’Arma, nella struttura che fu l’ultimo rifugio del padrino di Cosa nostra, Salvatore Riina, fino all’ultimo giorno della sua ventennale latitanza, il 15 gennaio 1993. La caserma e’ stata intestata Mario Trapassi e Salvatore Bertolotta, i due carabinieri di scorta al giudice istruttore Rocco Chinnici, ucciso con un’autobomba nel 1983. Presenti anche numerose scolaresche palermitane e le vedove dei militari uccisi, Innocenza e Filomena, madrine della cerimonia. Tra le autorita’, il sindaco Leoluca Orlando, il procuratore generale Roberto Scarpinato, il presidente della Corte d’appello Gioacchino Natoli e il presidente del Tribunale Salvatore Di Vitale. “E’ possibile avere un presidio di legalita’ sul territorio: questo il simbolo che rappresenta questa caserma nella casa che ospito’ Toto’ Riina. E’ una vittoria dello Stato: lo ha detto il sindaco che ha aggiunto: “Proprio qui – accanto alla villa simbolo – nascera’ una casa comune in un bene confiscato alla mafia”. Presenti anche il prefetto Francesca Cannizzo, Umberto Postiglione, direttore dell’Agenzia dei beni confiscati, l’arcivescovo Paolo Romeo, il questore Guido Longo, al procuratore aggiunto Leonardo Agueci e l’assessore regionale all’Agricoltura Nino Caleca. (AGI) .

Alla ricerca di oro, e non solo!

Come nel precedente capitolo anche in The Old Blood sono presenti un gran numero di collezionabili. Se avete necessità di trovare tutti i livelli incubo potrete seguire il seguente indirizzo. Se invece cercate una guida per raccogliere tutti gli Oggetti d’oro (64) e dare un’occhiata a tutte le Lettere (10), continuate a leggere. Dopo averli raccolti tutti e aver completato i nove livelli incubo, avrete ottenuto in totale ben sedici achievements/trofei.

Per aiutarvi vi lasciamo al video in fondo, seguito da una lista ben dettagliata su come trovare l’oggetto interessato.

 

Prologo
01:09 – Lettera di Helga

Capitolo 1
01:39 – Lettera di Lottis
02:03 – Oggetto d’oro 01
02:42 – Oggetto d’oro 02
03:05 – Oggetto d’oro 03
03:34 – Oggetto d’oro 04
04:32 – Oggetto d’oro 05
05:42 – Oggetto d’oro 06
06:25 – Oggetto d’oro 07, 08

Capitolo 2
07:56 – Oggetto d’oro 09
09:18 – Oggetto d’oro 10, 11
10:13 – Oggetto d’oro 12
10:51 – Oggetto d’oro 13, 14
11:56 – Oggetto d’oro 15
12:34 – Oggetto d’oro 16

Capitolo 3
13:17 – Oggetto d’oro 17
13:42 – Lettera di Ingrids, Oggetto d’oro 18
15:04 – Oggetto d’oro 19
15:36 – Oggetto d’oro 20-23, Lettera di Al-Birunis
16:56 – Oggetto d’oro 24

Capitolo 4
17:21 – Oggetto d’oro 25, 26
18:13 – Oggetto d’oro 27
18:38 – Oggetto d’oro 28
19:08 – Oggetto d’oro 29
19:38 – Oggetto d’oro 30
20:04 – Oggetto d’oro 31
20:39 – Oggetto d’oro 32
21:06 – Lettera di Sophies / Brigittes

Capitolo 5
21:33 – Oggetto d’oro 33, 34
22:23 – Oggetto d’oro 35, 36
23:01 – Oggetto d’oro 37
23:57 – Oggetto d’oro 38, 39, Lettera di Wesleys
25:01 – Oggetto d’oro 40
25:21 – Lettera di Schreiners

Capitolo 6
25:48 – Oggetto d’oro 41, 42
26:36 – Oggetto d’oro 43
27:00 – Katrins Letter, Oggetto d’oro 44
28:02 – Oggetto d’oro 45
28:31 – Oggetto d’oro 46, 47, 48

Capitolo 7
29:24 – Oggetto d’oro 49
29:58 – Oggetto d’oro 50-54, Nightmare Level, Lettera di Helmuts
32:29 – Oggetto d’oro 55, 56

Capitolo 8
33:26 – Oggetto d’oro 57, 58, King Ottos Letter
35:05 – Oggetto d’oro 59, 60, 62
36:13 – Oggetto d’oro 61
36:55 – Oggetto d’oro 63
37:19 – Oggetto d’oro 64

Grazie a 360GameTV per il materiale video.

(AGI) – Perugia, 9 mag. – “Veronesi va sempre in tv a dire che bisogna fare le mammografie perche’ probabilmente cosi’ danno piu’ sovvenzioni al suo istituto”. Lo ha detto Beppe Grillo parlando con i giornalisti durante la marcia 5 Stelle Perugia-Assisi per il reddito di cittadinanza. Le affermazioni del leader di M5S hanno suscitato l’immediata replica del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Lorenzin: con mammografia 25% mortalita’ in meno

“La propaganda politica ha un limite invalicabile, la salute delle persone – ha affermato Lorenzin -. Le dichiarazioni di Grillo sarebbero solo sconcertanti, se non toccassero un tema tanto delicato come quello del cancro, che non ammette leggerezze, specie da un leader politico”. Secondo il ministro, “le sue dichiarazioni sono un concentrato di pericolosissima disinformazione. Sull’oncologia tutti i dati, e l’evidenza scientifica, ci dicono che l’arma piu’ efficace, talvolta l’unica, per sconfiggere il cancro e’ la prevenzione. Tra questi il tumore alla mammella, che le donne possono sconfigge proprio grazie alle mammografie e ai controlli da protocollo”.

“Questo – ha ribadito Lorenzin – e’ uno dei casi in cui i dati parlano in modo chiaro, tanto che la mortalita’ delle donne per tumore al seno e’ nettamente piu’ bassa in quelle zone dove i piani di screening e le mammografie coinvolgono una percentuale maggiore di donne. Spero che nessuna donna si faccia scoraggiare da tali dichiarazioni, perche’ basta un gesto a salvarci la vita, come testimoniano le migliaia di donne operate e guarite che si daranno appuntamento a Roma al Circo Massimo nei prossimi giorni.

Sul costo dei farmaci – ha aggiunto il ministro – perfino Grillo dovrebbe sapere che l’Italia e’ il Paese dell’occidente europeo che riesce ad averli ai prezzi piu’ bassi. E l’America non e’ certo un esempio sulla spesa farmaceutica. Sui farmaci innovativi e quindi costosi come quello per l’Epatite C abbiamo spuntato il prezzo migliore in assoluto, mentre in America persino il Senato e il Congresso hanno voluto indagare sul costo di questa terapia. Abbiamo negoziato per primi in Europa 5 farmaci per l’Epatite C, istituito e difeso un fondo apposito per tutte le terapie innovative e perche’ di Epatite C si muore e noi vogliamo salvare la vita ai malati italiani.

Lo abbiamo fatto consapevoli che il tema degli innovativi e’ una sfida mondiale per la sostenibilita’ dei sistemi sanitari, specie di quelli come il sistema italiano che tali farmaci li somministra gratuitamente, e che stiamo affrontando tra i primi in Europa”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 mag. – La mortalita’ si riduce del 25% per le donne che si sottopongono alla mammografia, pratica attaccata oggi da Beppe Grillo. E’ il dato riportato sul suo sito dal ministero della Salute, che cita uno studio del Journal of medical screening su tutta Europa. Dallo stesso studio si evince che per ogni 1.000 donne tra i 50 e i 69 anni che si sottopongono regolarmente allo screening vengono salvate mediamente tra le 7 e le 9 vite. Il tumore della mammella, ricorda il ministero, e’ la neoplasia piu’ frequente nelle donne, tanto che rappresenta oltre 1/4 di tutte le diagnosi tumorali femminili. In Italia si stima che colpisca circa 37.000 donne ogni anno. Negli ultimi decenni si e’ registrato un costante aumento di frequenza di diagnosi, accompagnata, pero’, da una riduzione della mortalita’. Cio’ e’ stato possibile anche grazie alla sempre piu’ ampia diffusione della diagnosi precoce, che ha permesso di aumentare il numero di tumori identificati ai primi stadi di sviluppo della malattia, quando il trattamento ha maggiori probabilita’ di essere efficace e meno invasivo. Lo screening per la diagnosi precoce del tumore mammario si rivolge alle donne di eta’ compresa tra i 50 e i 69 anni e si esegue con una mammografia ogni 2 anni. In alcune Regioni si sta sperimentando l’efficacia in una fascia di eta’ piu’ ampia, quella compresa tra i 45 e i 74 anni (con una periodicita’ annuale nelle donne sotto ai 50 anni). La mammografia e’ un esame radiologico della mammella, efficace per identificare precocemente i tumori del seno, in quanto consente di identificare i noduli, anche di piccolo dimensioni, non ancora percepibili al tatto. I programmi organizzati di screening prevedono che l’esame venga eseguito visualizzando la mammella sia dall’alto verso il basso che lateralmente. Una maggiore accuratezza nella diagnosi viene ottenuta dalla valutazione della mammografia effettuata separatamente da 2 medici radiologi. (AGI)

B.J dovrà gestire nuovi incubi in The Old Blood.

Anche questa volta Machine Games ha deciso di deliziare i più nostalgici con alcuni brillanti Easter Egg. Mentre in The New Order si poteva giocare solo un livello incubo/nightmare, in The Old Blood ne sono presenti ben nove. Una volta terminati tutti gli incubi si ottiene il trofeo “Muori, Grösse, muori!”.

Per chi non avesse familiarità con questi livelli, si tratta di una modalità particolarmente nostalgica, che riprende le ambientazioni del buon vecchio Wolfenstein 3D e le rivisita in chiave moderna. Senza dimenticarne il concept old school, certo!

Seguendo il video in calce, riuscirete non solo a scovare tutti i letti, ma potrete anche gestire le oniriche ambientazioni per terminarle in tempo record. Siamo comunque disponibili per darvi ulteriori chiarimenti. Potrete trovare i restanti collezionabili utilizzando questa guida.

Grazie a PowerPyx per il materiale video

La Juventus già campione d’Italia domina contro i rossoblù che grazie a un finale più coraggioso trovano il pari con Rossettini e salgono a -5 dall’Atalanta impegnata domani a Palermo. Ottima prova del rientrante francese che firma l’1-0 con un tiro deviato da Ceppitelli.

La Juventus già campione d’Italia domina contro i rossoblù che grazie a un finale più coraggioso trovano il pari con Rossettini e salgono a -5 dall’Atalanta impegnata domani a Palermo. Ottima prova del rientrante francese che firma l’1-0 con un tiro deviato da Ceppitelli.

Flag Counter

Video Games